Adriano Zerla e le innovazioni tra le biomasse ad uso combustibile

Adriano Zerla è un imprenditore  che ha saputo da sempre orientare le sue scelto in ambiti di business importanti come le energie rinnovabili. la sua collaborazione in un’azienda di produzione di biomasse lo ha portato ad interessarsi di problematiche del settore.

 Il 5 novembre 2015 è stato approvato un decreto a firma di Gian Luca Galletti, Ministro dell’Ambiente, che elenca una serie di prodotti di biomasse a uso combustibile costituiti in maniera prevalente da grassi di origine animale. Tali grassi sono comunque previsti nel codice dell’ambiente. Il decreto, dopo l’approvazione da parte della Corte dei Conti, sancirà che tali materiali potranno essere destinati alla combustione negli impianti di produzione anche al di fuori della normativa in vigore relativa alla gestione dei rifiuti. Il testo attuativo di questa norma si rifà alle norme europee. E’ molto complesso e tende ad individuare in maniera precisa le caratteristiche merceologiche e i modi di utilizzo di questi gliceridi di origine animale.

I biocarburanti come nuova frontiera imprenditoriale per Adriano Zerla

Dagli scarti agricoli e/o zootecnici ma in generale dai prodotti di origine vegetale è possibile oggi ricavare un nuovo tipo di prodotto che va sotto il termine Biomassa utile alla produzione di energia verde a basso impatto ambientale.

Dalla produzione di questi elementi è possibile estrarre carburanti sia per il riscaldamento domestico chiamato biopower (utilizzando prevalentemente biomasse di ligneo cellulosiche come il legno etc…) sia per le auto chiamato biofuel. Il biofuel è una miscela di idrocarburi di origine fossile e biocarburanti .

La trasformazione in energia delle biomasse necessita della costruzione di centrali di teleriscaldamento che permettano, inoltre la distribuzione attraverso reti che siano in grado si raggiungere più edifici.

Imprenditori sensibili e particolarmente attenti a nuove prospettive di investimento stanno rivolgendo il proprio interesse a queste nuove tecnologie grazie anche alla diffusione sociale delle nuove tematiche sulle energie a basso impatto ambientale. In questa prospettiva Adriano Zerla ha voluto intraprendere una nuova esperienza imprenditoriale dettata dalla necessità di miglioramento ambientale partecipando alla realizzazione di un impianto per la produzione e distribuzione di biomassa per il riscaldamento cittadino nella zona di Lodi.

La scalata de “La Castellana” del 2010, preludio alle salite europee.

Tra le cronoscalate quella della Castellana rappresenta certo una delle più importanti. La prima gara viene disputata nel 1966 periodo in cui questa disciplina ha molto successo in quanto non erano molte le piste dove i piloti potevano disputare le corse. L’organizzazione della cronoscalata è dell’A.N.A.I (Associazione Nazionale Autieri d’Italia). La scelta del percorso si sposta sulla S.S. 79 Bis Orvietana che consta di 365 curve che portano a Todi. Da allora la corsa ha visto momenti di spettacolare popolarità e mondanità.

Adriano Zerla Osella PA21

Adriano Zerla Osella PA21

Adriano Zerla affronterà la salita nel 2010 a bordo della Osella PA21/s Honda prima di intraprendere l’avventura all’estero nel gruppo CN arrivando 7 su una vettura nuova che stava affrontando una fase di assestamento per poi affrontare gare come Rechberg in Austria o la Rampa de Estrela in Portogallo.

35esima Cronoscalata dell’ Alpe del Nevegal: Podio per Adriano Zerla

Per Adriano Zerla gli anni a bordo di Osella Pa21s sono stati molto importanti e ricchi successi che hanno consacrato questo pilota nell’affermarsi tra i professionisti di punta del periodo. Appunto nel 2009, anno della 35esima Cronoscalata dell’Alpe del Nevegal, Adriano Zerla conquista il podio vincendo con la sua Osella Pa21s, sia il gruppo E2B che la classe di merito e piazzandosi al  terzo gradino del podio nell’ assoluta bissato solo da due Formula 3000. Dopo un momento di fermo lungo ben 16 anni la Cronoscalata vede di nuovo lo splendore a partire dalla fine degli anni ’80 fino ai giorni nostri. La storia di questa gara risale al 1954 quando l’associazione sportiva Tre Cime Promotor decide di organizzare questa manifestazione sportiva nella provincia del bellunese. All’inizio la pista era sterrata e misurava 6 km, adesso è lunga 5,5 e su asfalto.

Adriano Zerla - 35 Alpe Nevegal

Adriano Zerla – 35 Alpe Nevegal

Molte edizioni si sono registrate su questo circuito passando da momenti di fama a momenti di crisi ma, nonostante tutto, l’organizzazione non ha mai desistito dal sostenere questa gara che da sempre dona charme e carattere alla provincia di Belluno.

Su questa pista molti piloti di importanza internazionale sono passati e anche molte auto di case importanti. Sul circuito si vedranno sfrecciare nomi come Noris (pseudonimo di Giacomo Moioli)  e l’altoatesino Prinoth o come  Armando Zampiero su Ferrari 3000. Oppure la nota marca automobilistica Lotus e piloti e di comprovata celebrità come  Peter Schetty, divenuto in seguito direttore sportivo della Scuderia Ferrari.

Le Tappe di Adriano Zerla

Le tappe di Adriano Zerla dal 2005

2005

  • Partecipazione ad alcune gare del Campionato Europeo e Italiano in salita con Osella Pa 21 ottenendo alcuni piazzamenti nelle prime tre posizioni di classe
  • 2° al Motor Show di Bologna categoria Turismo

2006

  • Partecipazione al Campionato Italiano in Salita per test ed evoluzione nuova macchina prototipo

2007

Partecipazione al Campionato Italiano in Salita con alcuni podi assoluti

2008

  • Partecipazione al Campionato Italiano in Salita con alcuni podi di classe e vittorie in alcune gare non di campionato.

2009

  • Vincitore assoluto Trofeo Italiano Velocità Montagna con vettura Osella PA21S 2500cc con 12 vittorie su 13 partecipazioni
  • Vincitore Campionato Italiano E2B Classe 2500 con vettura Osella PA21S 2500cc

2010

  • Vincitore Campionato Europeo Velocità in Montagna Gruppo E2SC – Osella PA21 EVO 2500cc
  • Quarto assoluto nel Campionato Europeo Velocità in Montagna – Osella PA21 EVO 2500cc con 10 vittorie su 12 partecipazioni

2011

  • Vincitore Campionato Europeo Velocità in Montagna Gruppo E2SC – Osella PA30 3000cc Zytek
  • Secondo assoluto Campionato Europeo Velocità in Montagna – Osella PA30 3000cc Zytek con 9 vittorie su 11 partecipazioni

Dal 2011 ad oggi Adriano Zerla è collaudatore Dekra Italia per test su pista e su strada  con autovetture Maserati e Ferrari